Direzione regionale Calabria

Il mercato immobiliare a Catanzaro e provincia - Tutti i dati nella Nota Territoriale del 1° semestre 2016

La provincia di Catanzaro è stata interessata nel I° semestre 2016 da un numero di transazioni normalizzate (NTN) pari a 1081 con un aumento del 36,9 % rispetto al semestre omologo del 2015. E’ il dato percentuale migliore della regione, insieme alla provincia di Crotone (Tabella 1).

Il capoluogo presenta un NTN pari a 307, che corrisponde a circa il 28% del mercato provinciale, tutte le altre macro-aree presentano un trend positivo delle transazioni rispetto al I semestre 2015 tranne la macro-area Zona Parco Archeologico “Schillacium” dove si registra un calo delle NTN pari al 16,4% (Tabella 2).
Questi sono alcuni dei dati, calcolati sulla base delle quote di proprietà negoziate (NTN), pubblicati oggi dall’Osservatorio del mercato immobiliare dell’Agenzia delle Entrate.

Focus – Il mercato della provincia, nel primo semestre del 2016, rispetto al periodo omologo del 2015, fa registrare un’inversione di tendenza: si assiste, infatti, ad una variazione positiva delle compravendite, dopo un periodo, abbastanza prolungato, in cui si sono registrate solo variazioni negative. Si registrano quindi segnali di lieve ripresa, anche se appare prematuro affermare la fine della crisi del mercato immobiliare.

Quotazioni - La città di Catanzaro conferma, nella scala dei valori medi dei capoluoghi di provincia, la seconda quotazione più elevata (1.047 €/m2), mentre l’intero territorio provinciale fa registrare la quotazione più alta (768 €/m2) rispetto ai valori registrati dai restanti territori provinciali calabresi, confermandosi cosi al primo posto nella scala dei valori medi (Tabella 3).


File pdfLe tabelle allegate al comunicato stampa (124.79 KB)

La nota Territoriale (link al sito Internet nazionale)



Catanzaro, 24 novembre 2016