Direzione regionale Calabria

Dal 18 maggio avvio della nuova Direzione Provinciale di Vibo Valentia

Parte il prossimo 18 maggio la Direzione Provinciale di Vibo Valentia: la nuova struttura è composta da un Ufficio controlli e da un Ufficio territoriale, che prenderà il posto dell’attuale ufficio locale, assorbendone anche le competenze.
In particolare l’Ufficio territoriale curerà l’informazione e l’assistenza ai contribuenti, la gestione delle imposte dichiarate e alcune tipologie di controlli, mentre l’Ufficio controlli, articolato in un’area accertamento e in un’area legale, raggrupperà le funzioni di controllo e quelle di accertamento, eccetto quelle attribuite all’ufficio territoriale, e del contenzioso tributario.
Il codice ufficio della Direzione Provinciale di Vibo Valentia è TD8, quello da utilizzare per i versamenti diretti all’ufficio territoriale è TDP, mentre quello per gli atti riferibili all’ufficio controlli è TD9. Tutti e tre i codici saranno attivi dal prossimo 18 maggio.
Per gli atti formati e/o registrati prima dell’attivazione della Direzione Provinciale, i relativi versamenti devono essere fatti utilizzando il precedente codice.
Rimarranno invariati l’indirizzo della sede, in Corso Umberto I, e gli orari di apertura al pubblico: dal lunedì al venerdì dalle 8,30 alle 12,30 e il lunedì e il mercoledì anche dalle 15,00 alle 17,00. Il numero telefonico della Direzione Provinciale è 0963/478311; il fax 0963/4783222.
Anche gli sportelli decentrati dell’Agenzia di Mileto, Serra San Bruno e Tropea manterranno gli stessi orari: dal lunedì al venerdì dalle 8,30 alle 12,30. I loro numeri di telefono e di fax sono i seguenti: Mileto 0963/338434, Serra San Bruno 0963/71269 e Tropea 0963/61200.
Con l’attivazione della Direzione Provinciale di Vibo Valentia prosegue in Calabria il piano di riorganizzazione previsto dall’Agenzia delle Entrate a livello nazionale. Dopo l’avvio della Direzione Provinciale di Crotone lo scorso 11 maggio, nel corso dell’anno prenderà il via quella di Catanzaro. Entro il 2010 saranno, inoltre, attivate quelle di Cosenza e Reggio Calabria.
La riforma in atto è finalizzata a fornire servizi sempre più tempestivi e puntuali ai contribuenti e migliorare l’azione di contrasto all’evasione, attraverso la gestione provinciale delle attività, che garantisce una migliore razionalizzazione delle risorse ed evita asimmetrie di comportamenti sul territorio.


Catanzaro, 13 maggio 2009