Direzione regionale Calabria

Assistenza al contribuente e diritto d'interpello

I temi dell’ “Assistenza al contribuente e del diritto di interpello” sono stati al centro del convegno che si è tenuto il 25 giugno a Catanzaro presso la sala del Consiglio Provinciale.
L’iniziativa è nata dall’obiettivo, del Direttore Regionale dell’Agenzia dell’Entrate Antonino Di Geronimo, di rafforzare il dialogo con il sistema delle imprese e, in generale, con i cittadini/contribuenti, e di promuovere, con l’ausilio dei professionisti, una maggiore conoscenza degli strumenti offerti dall’amministrazione per incentivare un rapporto virtuoso con la collettività e superare il luogo comune di un Fisco vessatorio e incomprensibile.
Il messaggio è stato accolto favorevolmente dal Comitato regionale giovani imprenditori che, con il presidente Florindo Rubbettino, ha collaborato all’organizzazione dell’evento e dall’Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili della Calabria e della Basilicata, rappresentato da Giuseppe Iurato in qualità di presidente della Federazione Ordine dei commercialisti.
Significativo il contributo, tra gli altri relatori, di Vincenzo Busa Direttore Centrale della struttura Normativa e Contenzioso dell’Agenzia a cui sono state affidate anche le conclusioni dei lavori della giornata.
Gli interventi previsti hanno illustrato il quadro normativo di riferimento, le tipicità degli istituti fiscali d’interesse e le ragioni che rendono gli stessi un’importante opportunità per le imprese partendo dal principio che l’orientamento al contribuente inizia con un’informazione ed assistenza qualificata resa con i servizi offerti dagli Uffici dell’Agenzia e si rafforza con gli strumenti di tutela tra i quali rientra a pieno titolo l’istituto dell’interpello mediante il quale l’amministrazione fornisce un parere per la corretta applicazione delle disposizioni fiscali
Per le più diffuse forme d’interpello (ordinario, disapplicativo, antielusivo) sono stati illustrati i campi di applicazione, i meccanismi procedurali, i motivi che ne giustificano l’utilizzo e il confine che delimita l’istituto dell’interpello da quello della consulenza giuridica.
Particolarmente interessante anche il contributo reso dai relatori provenienti dal mondo accademico, professionale e da quello delle imprese, quali, il Prof. Stefano Mazzocchi, il Dott. Pasquale Saggese e l’avv. Enrico Mazza, che hanno stimolato un vivace dibattito a cui hanno partecipato con spunti interessanti tutti i partecipanti all’iniziativa.
Il convegno, pur non trascurando gli aspetti nozionistici, è stato caratterizzato da esemplificazioni di casi reali a testimonianza della fattibilità del cambiamento culturale quale produttore di valore per il contribuente e l’Amministrazione.

Catanzaro, 26 giugno 2009