Direzione regionale Calabria

Assistenza online per 40 mila contribuenti calabresi grazie al sistema telematico Civis

Da oggi anche i singoli contribuenti utenti di Fisconline, circa 40 mila in Calabria, possono richiedere assistenza e informazioni su comunicazioni di irregolarità e avvisi telematici relativi al modello Unico Persone Fisiche e al modello 770 mediante il sistema telematico Civis. Già dallo scorso 14 gennaio, il nuovo canale web è utilizzato dai professionisti abilitati ad Entratel.

Sei mesi di Civis: come nasce e perchè cresce - Il Fisco, grazie a Civis, conquista un nuovo traguardo sul fronte dei servizi online e permette a una platea sempre più ampia di contribuenti di risparmiare tempo e costi di percorrenza. L’obiettivo è duplice: consentire anche ai cittadini di richiedere via web le specificate operazioni “di sportello” e, per l’Agenzia delle Entrate, ridurre l’afflusso presso gli Uffici Territoriali delle Direzioni Provinciali della Calabria garantendo una maggiore flessibilità nella relazione con gli utenti.

La piattaforma telematica, inaugurata in via sperimentale a ottobre scorso solo per i professionisti e a regime in tutta Italia da gennaio, nasce per consentire agli intermediari di richiedere assistenza sulle comunicazioni di irregolarità direttamente in rete, via Entratel, senza doversi recare fisicamente agli sportelli delle Entrate. A sei mesi dall’avvio del nuovo canale web, visto il successo dell’iniziativa e misurata l’affidabilità del sistema, l’Agenzia ha deciso di estendere l’assistenza telematica anche agli utenti di Fisconline. Civis apre così le porte a tutti i contribuenti, compresi i cittadini italiani residenti all'estero, le società e gli enti, che sono tenuti a presentare il modello 770 per non più di 20 soggetti e non sono già iscritti a Entratel.

Filo diretto col Fisco - Per utilizzare Civis i singoli contribuenti e gli intermediari non devono far altro che presentare un’istanza attraverso il canale telematico. La richiesta di assistenza e informazioni viene presa in carico da un operatore dell’Ufficio Territoriale della Calabria, competente per residenza fiscale del contribuente, che segue la pratica fino alla chiusura.


Catanzaro, 5 maggio 2010