Direzione regionale Calabria

Continua la crisi del mercato immobiliare a Catanzaro e provincia - Tutti i dati nella Nota territoriale del 2° semestre 2012

Calano del 25.3% le compravendite di case nella provincia di Catanzaro nel secondo semestre 2012, rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, mentre su base annua il mercato mostra una contrazione del 22,5%, con unica eccezione a Lamezia Terme, dove si registra una lieve risalita.
Questi sono alcuni dei dati, calcolati sulla base delle quote di proprietà (NTN, numero di transazioni normalizzate), pubblicati oggi dall’Ufficio Provinciale - Territorio di Catanzaro in collaborazione con l’Osservatorio del mercato immobiliare dell’Agenzia delle Entrate .
In linea con il trend residenziale nazionale, che registra un calo pari al 28,9%, anche a livello regionale si conferma una sostenuta contrazione del mercato abitativo (-24,1%), benché in misura diversa nelle varie province.

Focus – I comuni di Catanzaro e Lamezia Terme rappresentano circa il 40% delle transazioni immobiliari in provincia. I comuni di Jacurso, Soveria Simeri e Cenadi non registrano transazioni. Nel capoluogo di regione, il maggior numero di compravendite si registra nella macroarea Zona Ovest (67 NTN), seguita dalla Zona Sud (58 NTN) e dal Centro (44 NTN). Tutte le aree riportano perdite percentuali considerevoli, le più rilevanti sono nella Zona Prima periferia (-40,1%), zona Costiera (-36,8%) e zona Nord (-33,3%).

Quotazioni - Il valore medio provinciale delle quotazioni si attesta su 803 €/m2 con una variazione pari al -2,1% rispetto al semestre precedente. Un decremento dei valori appena più definito si registra nella macroarea provinciale di Lamezia Terme con -4,7%, nella macroarea di Catanzaro con -3,5% e nella macroarea Costa di Soverato con -3%. Catanzaro pone la sua influenza sul dato generale presentando un valore medio di 1.092 €/m2. Tra le aree provinciali con quotazioni più elevate, oltre quella di Catanzaro, emergono la Costa di Soverato con 1.014 €/m2 e la zona Schillacium con 956 €/m2. Le quotazioni del capoluogo registrano variazioni modeste, tendenzialmente negative in tutte le zone, dal valore più marcato nella Prima Periferia (-4,7%) al valore minore nella Zona Costiera (-3,1%). In valore assoluto, le quotazioni medie più elevate si riscontrano nella zona Costiera (1.527 €/m2) e nel Centro (1.492 €/m2). Le tipologie di immobili più apprezzate dal mercato risultano quelle con superficie inferiore a 80 m2 ( monolocali fino a 2.5 vani catastali e abitazioni piccole da 3 e fino a 4 vani catastali).


File pdfTabelle allegate al comunicato stampa (72.77 KB)

Nota territoriale del 2° semestre 2012


Catanzaro, 21 giugno 2013