Direzione regionale Calabria

Continua la crisi del mercato immobiliare a Crotone e provincia - Tutti i dati nella Nota Territoriale del 1° semestre 2013

Calano del 8,3% le compravendite di abitazioni nella provincia di Crotone nel primo semestre 2013, rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Il numero di unità immobiliari scambiate si ferma a 409, segnando il minimo storico dall’avvio delle rilevazioni. Prosegue quindi la crisi del mercato immobiliare residenziale a Crotone e provincia, confermando il trend che si registra sia in ambito nazionale (flessione del 11,9%) che regionale (flessione del 15,5%).
I dati sono riportati nello studio pubblicato oggi dall’Osservatorio del Mercato Immobiliare dell’Agenzia delle Entrate in collaborazione con l’Ufficio provinciale – Territorio di Crotone .

Focus – Nei primi sei mesi del 2013 il mercato dell’intera provincia crotonese ha rappresentato il 7,7% del mercato regionale; in termini assoluti si parla di 409 transazioni su 5.294; di queste, 168 sono riferite alla città di Crotone che registra un calo del 13,8 %, polarizzando il 41% del mercato provinciale. In controtendenza solo i comprensori turistico-ambientali della costa sud magnogreca, del cirotano e del marchesato.

Quotazioni - Sul fronte delle quotazioni i segnali complessivi indicano una “tenuta” rispetto al semestre precedente, non arretrando ulteriormente rispetto alla riduzione della quotazione media residenziale già registrata. In città la zona più pregiata continua a rimanere Casa Rossa/Lidi/Promontorio di Capo Colonna, mentre mantengono posizione Centro cittadino e Semicentro.


File pdfTabelle allegate al comunicato stampa (34.09 KB)

File pdfNota Territoriale del 1° semestre 2013 (1.76 MB)


Catanzaro, 26 novembre 2013