Direzione regionale Calabria

Bilancio positivo per i servizi erogati nel 2013 in Calabria: 280mila servizi prestati e oltre 72 milioni di euro rimborsati ai contribuenti

Confermato anche per il 2013 il bilancio positivo delle attività svolte dalle strutture operative dell’Agenzia delle Entrate in Calabria. Ammontano, infatti, a 280.472 i servizi erogati nel corso dell’anno, con un incremento del 4,64% rispetto a quanto realizzato nel 2012 (251.196). Ampia e diversificata la gamma dei servizi forniti, che va dall’attribuzione del codice fiscale e della partita Iva, alla compilazione e invio della dichiarazione dei redditi, alla registrazione dei contratti di locazione sino all’assistenza in materia di agevolazioni fiscali.

I principali servizi erogati - La quota più importante delle attività svolte dagli operatori di front - office riguarda l’area di business dedicata all’“Assistenza ed informazione”, nella quale viene registrata una percentuale di circa il 26% del lavoro svolto. Seguono le richieste inerenti il rilascio del codice fiscale e della partita Iva, che assorbono un ulteriore 17% dell’attività complessiva con oltre 4mila domande per ottenere una partita Iva e quasi 44mila istanze di attribuzione, variazione e duplicato del codice fiscale e della tessera sanitaria. Le richieste relative alla registrazione di atti e documenti rappresentato, invece, oltre il 22% dei servizi erogati, essendo pervenute presso gli Uffici territoriali ben 49 mila istanze di registrazione di atti privati (quali contratti di locazione, comodati, preliminari, scritture private, etc.). Inoltre, sono state lavorate 38 mila comunicazioni riferite a dichiarazioni dei redditi irregolari o incomplete.

Il decollo del canale telematico - Grazie ai numerosi protocolli d’intesa siglati a livello regionale con Ordini professionali e Associazioni di categoria, oltre che ai convegni ad hoc organizzati nelle passate annualità e ai periodici incontri dell’Osservatorio regionale, il 2013 ha rappresentato, tra l’altro, un ulteriore momento di affermazione dei servizi telematici. Primo fra tutti il canale Civis, che consente di ottenere via web assistenza su comunicazioni di irregolarità e cartelle di pagamento senza spostarsi da casa (o dallo studio professionale), evitando così code e attese. Le richieste di assistenza pervenute nel 2013 via Civis sono state quasi 22 mila e di queste ben il 97% è stato lavorato e risolto entro tre giorni dalla ricezione. Un notevole passo in avanti rispetto al 2012, anno in cui le istanze di assistenza ricevute e risolte via Civis sono state quasi la metà (quasi 13 mila).
Buono anche l’andamento per la registrazione telematica delle locazioni. Infatti, dei 30 mila contratti presentati nel 2013, circa il 12% è stato registrato on-line, con un sensibile miglioramento del precedente risultato, pari al 10%.

I rimborsi a famiglie e imprese - Importanti anche le cifre registrate sul fronte dei rimborsi. L’attività di lavorazione e liquidazione delle istanze presentate dai contribuenti calabresi ha consentito, infatti, la restituzione di 72 milioni di euro, a favore di ben 52.590 soggetti. Di questi, 41,5 milioni di euro sono stati destinati ai rimborsi Iva, ripartiti tra 932 professionisti e imprese: una somma che da sola rappresenta il 57% del totale dei rimborsi erogati. Sono, invece, 15 i contribuenti beneficiari della quota relativa ai rimborsi Ires (Imposta sul reddito delle società), pari a oltre 2 milioni di euro, e oltre 1.700 quelli a cui sono stati erogati 741 mila euro per i rimborsi derivati dalla deducibilità dell’Irap (Imposta regionale sulle attività produttive). I rimborsi Irpef, il cui dato si attesta su oltre 27 milioni di euro, sono stati destinati invece a più di 49 mila contribuenti. Infine, 619 mila euro relativi a imposte minori (es. registro, concessioni governative, ecc.), che rappresentano una quota residuale di tutti i rimborsi, hanno raggiunto 487 contribuenti.

Catanzaro, 1° agosto 2014