Direzione regionale Calabria

Il nuovo "territorio" dell'Agenzia delle Entrate - Bilancio 2013 dei servizi immobiliari in Calabria

Un’offerta di servizi sempre più vasta in una realtà organizzativa sempre più integrata. Mentre si definisce l’accorpamento degli uffici anche a livello provinciale, l’Agenzia delle Entrate fa un bilancio delle attività dell’ex Agenzia del Territorio per il 2013. Con un occhio ai nuovi progetti, che vanno dall’implementazione dell’Anagrafe Immobiliare Integrata alla revisione della zone afferenti l’Osservatorio del Mercato Immobiliare, fino al progetto di Gestione Archivi Fabbricati nell’ambito del quale sono stati individuati campioni di unità immobiliari urbane a cui sono attualmente associati dati anomali da rettificare.

Nuovo Catasto Edilizio Urbano - Sono state acquisite in banca dati circa 57.000 unità immobiliari urbane con rendita catastale tra nuove dichiarazioni e variazione di unità già censite. Effettuate 49.500 verifiche sulla coerenza delle rendite proposte, di cui 6.000 in sopralluogo, con 23.000 rettifiche ai dati di classamento proposti.

Nuovo Catasto Terreni - Sono stati trattati 16.000 tipi mappali propedeutici alla dichiarazione di fabbricati urbani e 5.500 tipi di frazionamento. La verifica della correttezza degli elaborati tecnici ha interessato circa 600 atti di aggiornamento.

Servizi all’utenza e servizi di Pubblicità Immobiliare - Sono state acquisite 32.000 istanze e 27.000 domande di volture, evase nei termini previsti dalla norma e dalla “Carta della Qualità”, e agli sportelli catastali degli Uffici sono stati rilasciati circa 288.000 visure e certificati catastali e 125.000 ispezioni e certificati ipotecari. Le richieste di formalità (trascrizioni, iscrizioni ed annotamenti) acquisite ed evase nei termini sono state 91.500.

OMI e Servizi Estimativi - L’anno 2013 ha inoltre visto l’attivazione del processo di revisione delle zone caratterizzanti l’Osservatorio del Mercato Immobiliare, al fine di attualizzare gli ambiti di indagine immobiliare alle realtà dinamiche che caratterizzano un mercato fortemente condizionato dal corrente momento di contrazione del numero di transazioni.
Approfonditi i criteri di qualità che devono caratterizzare la relazioni prodotte dalle strutture operative; in tale ambito si è posta l’attenzione sull’aderenza degli elaborati di stima ai criteri dettati dal Manuale Operativo delle Stime Immobiliari, documento redatto dall’Agenzia, pubblicamente riconosciuto estremamente qualificante dell’attività estimativa.

Il rispetto della “Carta della Qualità dei Servizi Erogati”, che costituisce il documento che misura l’aderenza dell’operato degli uffici agli impegni assunti con l’utenza, si è attestato al 97%.


Catanzaro, 10 settembre 2014