Direzione regionale Calabria

Recupero dell'evasione fiscale - Accordi tra l'Agenzia delle Entrate e i Comuni di Nicotera e Palmi

Sono stati firmati oggi tra la Direzione Regionale della Calabria dell’Agenzia delle Entrate e i Comuni di Nicotera e di Palmi i protocolli d’intesa finalizzati alla collaborazione nel recupero dell’evasione dei tributi erariali.

Gli accordi, siglati dal Responsabile dell’Ufficio Accertamento e riscossione dell'Agenzia delle Entrate, Vincenzo Russo, dal Sindaco di Nicotera, Francesco Pagano, e dall’Assessore alle Finanze del Comune di Palmi, Carmelo Melara, prevedono uno scambio strutturato di informazioni qualificate, trasmesse in via telematica, attraverso il quale l’Amministrazione finanziaria potrà disporre di dati e notizie qualificanti da utilizzare ai fini dell’accertamento fiscale dei tributi.

Per il 2014, i Comuni riceveranno una quota pari al 100% delle somme recuperate a seguito delle apposite segnalazioni effettuate, che abbiano contribuito al buon esito dell’accertamento fiscale.

Questi i settori interessati:

- il commercio e le professioni

  • svolgimento attività senza partita Iva;
  • svolgimento attività diversa da quella dichiarata;
  • ricavi/compensi incoerenti rispetto a quelli dichiarati;
  • affissione pubblicitaria abusiva;
  • ente non commerciale con attività lucrativa.


- l’urbanistica e il territorio, la proprietà edilizia e il patrimonio immobiliare

  • opere di lottizzazione in funzione strumentale alla cessione di terreni
  • professionista o imprenditore che ha partecipato ad operazioni di abusivismo edilizio
  • proprietà o diritto reale in assenza di contratti registrati o non indicato in dichiarazione
  • accertamento per omessa dichiarazione ICI
  • accertamento per omessa dichiarazione TARSU/TIA
  • revisione di rendita catastale ex art. 1, comma 336, della legge n. 311 del 2004.


- le residenze fittizie all’estero e la disponibilità di beni e servizi di rilevante valore indicativi di capacità contributiva

  • soggetti ai quali, di fatto o di diritto, siano riconducibili beni indicativi di capacità contributiva
  • soggetti interponenti.



Catanzaro, 13 ottobre 2014