Direzione regionale Calabria

Effetto 730 precompilato, 66mila i Pin attivi in Calabria. Ecco come ottenerlo: via telefono, online o in ufficio

Dall’inizio dell’anno sono oltre 11.800 i contribuenti calabresi che hanno richiesto le credenziali di accesso ai servizi online dell’Agenzia delle Entrate. Sale così a 65.574 il numero dei Pin attivi in regione. Il codice Pin è indispensabile per accedere al proprio 730 precompilato, disponibile sul sito internet dell’Agenzia delle Entrate. I cittadini già in possesso del Pin dell’Inps possono collegarsi direttamente al sito dell’ente previdenziale.

Quattro le vie disponibili per ottenere il Pin – Direttamente online dal sito dell’Agenzia delle Entrate, per telefono tramite il call center, in un qualsiasi ufficio dell’Amministrazione finanziaria o con la Carta nazionale dei Servizi. Il Pin è necessario per avere accesso sia al 730 precompilato che a tutti i servizi di Fisconline.

Come richiedere il Pin online e al telefono – Per ottenere l’abilitazione ai servizi telematici occorre connettersi al sito internet www.agenziaentrate.gov.it (Area Riservata - Non sei ancora registrato - Registrazione a Fisconline - Richiedi il codice Pin) e digitare il reddito complessivo indicato nella dichiarazione presentata nel 2014 e il codice fiscale. Gli stessi dati devono essere forniti se la richiesta del Pin viene effettuata per telefono al call center al numero 848.800.444. In entrambi i casi il sistema fornirà subito la prima parte del Pin (le prime 4 cifre). Entro 15 giorni il contribuente riceverà proprio al domicilio una lettera con le ultime sei cifre del Pin e la password di accesso.

Per chi fa richiesta del Pin in ufficio – Dopo avere richiesto in ufficio il Pin per accedere a Fisconline, il contribuente riceve le prime quattro cifre del codice, la password provvisoria e il numero della domanda di abilitazione, da conservare per completare l’abilitazione attraverso il Web.
Per ottenere la seconda parte del Pin il contribuente deve collegarsi al sito internet dell’Agenzia delle Entrate e accedere ai servizi di Fisconline inserendo il “nome utente” (il codice fiscale) e la password riportata nel foglio che gli è stato consegnato in ufficio. Successivamente, al primo accesso, il sistema chiede al contribuente di cambiare la password inserendone una nuova (quella provvisoria va comunque conservata). Per completare la registrazione al servizio telematico Fisconline e ricevere le ultime 6 cifre del Pin basta poi selezionare la funzione “Per coloro che hanno richiesto il Pin ad un ufficio” nella sezione “Profilo utente”, inserire il numero della domanda di abilitazione e cliccare su “invia”.
La seconda parte del Pin e la password iniziale di accesso sono inviate per posta al domicilio del contribuente esclusivamente nel caso in cui a fare richiesta di abilitazione ai servizi telematici in ufficio è un delegato.

Con Smart Card/Cns – I contribuenti in possesso di Smart Card/Cns beneficiano di una procedura semplificata. Il sistema, dopo aver effettuato i controlli sulla Carta nazionale dei servizi inserita nel lettore, fornirà immediatamente al contribuente il codice Pin e la password per l’accesso a Fisconline.

I vantaggi per i contribuenti – La dichiarazione è disponibile on line dal 15 aprile, a partire dal 1° maggio e fino al 7 luglio prossimi sarà possibile integrarla, modificarla e inviarla. Se il 730 precompilato viene accettato senza modifiche o con modifiche che non incidono sulla determinazione del reddito o dell’imposta, il contribuente non sarà soggetto al controllo documentale (art. 36–ter del DPR 600/73) sugli oneri precompilati comunicati all’Agenzia da banche, assicurazioni ed enti previdenziali, né quello preventivo sui rimborsi superiori a 4.000 euro in presenza di detrazioni per carichi di famiglia ed eccedenze derivanti dalla dichiarazione precedente.
Inoltre, se il 730 viene presentato tramite un intermediario, il controllo documentale verrà svolto nei confronti del Caf o del professionista che ha apposto il visto di conformità sulla dichiarazione.

Catanzaro, 17 aprile 2015